Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2007

Vignetta di Vauro

Oggi sono morte cinque persone sul lavoro in Italia. Non è una novità, ne muoiono almeno una al giorno, ma i media non ne parlano. Ne parlano quando succede un fatto straordinario, come quello di Torino, e si trascinano dietro per qualche giorno il tema. Fra una settimana non troveremo più notizie riguardanti i morti sul lavoro: non perché non ce ne saranno, ma non faranno più notizia. Questo è il sistema italiano. La settimana scorsa Travaglio ad Anno Zero ha affermato che l’Italia è un paese in cui bisogna aspettere la tragedia per agire. Non si fa prevenzione

Tra i morti di oggi ce n’era uno della Fiat di Melfi. Probabilmente è morto schiacciato dal macchinario con cui stava lavorando. Oggi Montezemolo, Presidente di Confindustria, ha affermato che bisogna fare di più per la prevenzione degli incidenti sul lavoro. La stessa prevenzione che i colleghi industriali di Montezemolo non tengono a fare perché costa e non porta profitto. Montezemolo è anche Presidente del Gruppo Fiat. Forse non l’avevano avvertito che oggi è morto un operaio in una delle sue fabbriche. O forse sì, ma non ne ha voluto parlare.

Alla manifestazione di qualche giorno fa degli operai Thyssen sono stati fischiati i sindacati. Dagli operai. Se addirittura l’organismo nato per difendere i lavoratori viene contestato dai lavoratori è un segnale che qualcosa non funziona. I sindacati sono impegnati in alto, non possono occuparsi del basso. Forse ha ragione Grillo: non c’è più una voce di rappresentanza dal basso. Quelle che ci sono sono troppo deboli. La soluzione sta nel mezzo più democratico che conosca: Internet.

Il web è democratico: ognuno può dire quello che vuole, la gente si può unire e formare un coro solo contro chi sta al potere, di qualunque potere si tratti. Se ne ha avuto esempio col V-Day, nato su Internet e diffuso tramite Internet. Ma fatto da gente che è scesa veramente in piazza, non i loro avatar.

Read Full Post »

Candela

Due giorni fa, il 13 Dicembre 2007, il parlamento del New Jersey ha ufficialmente abolito la pena di morte. E’ il primo stato americano a farlo, da quando la corte suprema degli Stati Uniti ha deciso di reintrodurla nel 1976. Da un po’ di tempo l’Italia ha presentato all’ONU una moratoria sulla pena di morte, invitando tutti i paesi del mondo ad abolirla. L’ostacolo maggiore arriva dagli Stati Uniti e dalla Cina, in questo momento i paesi più potenti del mondo. Gli Stati Uniti sono l’unico paese del cosiddetto mondo occidentale (che brutta definizione) ad applicare e difendere fedelmente questo modello di giustizia.

La cultura americana è sempre stata un po’ differente da quella degli altri paesi industrializzati. La violenza è sempre stata molto più presente, e le pene più elevate. Tanto per rendere l’idea metto qui sotto uno spezzone tratto dal film premio oscar di Michael Moore, Bowling a Columbine, che spiega la storia americana.

Con la decisione del New Jersey si apre una nuova strada per gli Stati Uniti. Spero che anche molti altri stati seguano le orme.

Read Full Post »

Salus – Crocetta 2-3

Il primo intoppo per il Salus dopo due vittorie consecutive ha scena al Barocchio, in un campo difficile: pavimento beige, righe gialle, scarsa illuminazione. Gli avversari sono i più ostici incontrati finora, ma ad un livello più o meno pari a quello del Salus. La vittoria non arriva solo grazie ad errori stupidi da parte del Salus e forse dalla poca potenza in attacco. Due le assenza: gli Andrea, al loro posto ci sono Michi e Matteo, che però avranno poco spazio in campo. Il primo set serve per abituarsi al campo difficile e per studiare gli avversari, però perdiamo la testa alla fine e lo vincono gli altri. Secondo set (come il primo) di nuovo con squadra titolare, ma stavolta si vince all’ultimo grazie all’ingresso (solo per quel punto) di Matteo. Uno pari. Palla al centro. Nel terzo set il primo cambio: Gabbo al posto di Pietro, ma purtroppo non funziona e deve uscire dopo mezzo set. La squadra gioca abbastanza bene e si porta avanti 2-1. Nel quarto set il mister ci riprova con Gabbo in campo: stavolta giova meglio e viene cambiato solo nei punti finali. Si spreca alla fine e si perde. Si va al Tie Break. Nel quinto set entra in campo Michi, ma la squadra non è concentrata e subisce la seconda sconfitta stagionale: 3-2

Le pagelle (in ordine alfabetico):

Bomber: 5,5 Spesso le alzate per le bande non sono precise, colpa del campo e della ricezione imprecisa.

Fabio: 6 Utilizza abbastanza la testa in attacco, ma dietro non è sicuro.

Gabbo: 6 Male nel terzo set, si riscatta nel quarto. Male in attacco, bene in battuta.

Luca: 7 Fa bene il proprio dovere.

Michi: 6,5 Sarebbe da 7, ma sbaglia un rigore.

Nicola: 6 Non chiude la palla abbastanza.

Pietro: 6 Partita sottotono, forse a causa delle alzate non perfette.

Tommy: 6,5 Anche lui non riesce a chiudere bene la palla.

Ventu: 7 Usa molto la testa in attacco e in difesa. Migliore in campo.

Il Mister: 7 Utilizza poco la panchina, ma fa bene per far crescere la squadra.

Read Full Post »

Salus – Sportincontro 3-2

Continua la marcia trionfale del Salus che batte anche lo Sportincontro, avversario più ostico sinora incontrato. Risultato a parer mio meritato, vista la dominanza del Salus, punito da alcuni errori di troppo. La squadra vede il ritorno del libero Luca dopo l’infortunio e l’assenza di Nicola, sostituito da Michele.

Nel primo set il mister schiera la squadra non titolare, che probabilmente non è ancora bene in partita con la testa e perde il primo set. Nel secondo set entra la squadra migliore che riesce a dominare abbastanza facilmente gli avversari. Nel terzo di nuovo la squadra titolare, che vince e si porta sul 2-1. A questo punto il Mister decide di ridare fiducia alla squadra del primo set, con la promessa di fare cambi in caso di inferiorità di quattro punti. La squadra risponde bene e resta in vantaggio per gran parte del tempo, ma non riesce a concludere alla fine e regala la vittoria agli avversari. Nel terzo set torna la squadra titolare che riesce con non poche difficoltà a portare a casa la vittoria.

Le pagelle:

Bomber 6.5 Non sempre preciso

Pietro 6.5 Non funziona l’attacco

Gabbo 7 Bene in attacco, ma va un po’ in crisi dietro

Fabio 6.5 Lenti miglioramenti ma è lontano dai tempi migliori

Ventu 7.5 Ottima prova d’esperienza

Pataccia 7 Gioca molto bene dietro

Tommy 7.5 Ottimo in attacco, dove non sbaglia

Michy 8 Il più costante a buttarle giù (e forti)

Farina 7 Bene, ma ci vuole più concentrazione in campo

Luca 7 Fa bene il suo dovere ma è poco sfruttato

Il Mister 6.5 Sfrutta poco il libero

Adesso una new entry: la media voto totale di tutte le partite (in parentesi le partite giocate)

Michi 7.5 (2)

Pietro 7.33 (3)

Tommy 7.33 (3)

Bomber 7.25 (2)

Ventu 7.16 (3)

Pataccia 7.00 (3)

Farina 7.00 (3)

Nicola 7.00 (1)

Luca 7.00 (1)

Gabbo 6.83 (3)

Fabio 6.33 (3)

Il Mister 7.00 (3)

Read Full Post »